NOTIZIE DALL'EUROPA

21-06-2010
Opportunità per i Piccoli Comuni

Opportunità per i Piccoli Comuni

Opportunità per i Piccoli Comuni

Leader+ è una delle quattro iniziative finanziate dai Fondi strutturali dell'UE e mira ad aiutare gli operatori del mondo rurale a prendere in considerazione il potenziale di sviluppo a lungo termine della loro regione. Promuovendo l'attuazione di strategie integrate, di elevata qualità e originali in materia di sviluppo durevole, questa iniziativa mette in primo piano il partenariato e le reti di scambi di esperienza. Per il periodo 2000-2006 la spesa complessiva sarà di 5 046.5 milioni di euro di cui 2 105.1 milioni erogati dal FEAOG sezione Orientamento, e il resto proveniente da contributi pubblici e privati.

Leader I ha segnato l'inizio di un nuovo approccio nei confronti della politica di sviluppo rurale che ora è ancorata al territorio, integrata e frutto di partecipazione. Con Leader II l'approccio di Leader I viene sensibilmente esteso e l'accento è posto sugli aspetti innovativi dei progetti. Leader+ svolge tuttora il suo ruolo di laboratorio destinato ad incoraggiare la messa a punto e la sperimentazione di nuovi approcci di sviluppo integrato e durevole che potrà influenzare, integrare e/o   dettaglio

21-06-2010
Europa dei piccoli Comuni

Europa dei piccoli Comuni

Europa dei piccoli Comuni


come ad esempio la Francia, con ben 36.550 Comuni e l'Austria con una popolazione uguale alla Lombardia con ben 23.300 Comuni.
In Europa, Francia e Italia sono le nazioni dove la popolazione è maggiormente distribuita, nel nostro paese 5.868 comuni hanno meno di 5.000 abitanti, pari al 72% dei comuni italiani. Viviamo una ricchezza insediativa "frutto di secoli" e di una "civiltà generale, piena e radicata" che ha favorito la distribuzione "generosamente su tutta la faccia del Paese". Ma lo spopolamento e l’impoverimento di vaste aree - soprattutto pedemontane, montane e insulari - hanno nel secondo dopoguerra assunto caratteri strutturali delineando un’Italia che possiamo definire del "disagio insediativo". Eppure le migliaia di centri abitati e di nuclei insediativi presenti in queste aree hanno prodotto nei secoli un patrimonio straordinario fatto di beni culturali e ambientali, tradizioni, abilità manifatturiere, saperi e sapori.

L'operazione "1000 villaggi di Francia"
Commercio e multiservizi

Ancora oggi molte zone della campagna francese sono gr   dettaglio

Facebook You Tube

Pagina generata in 0.22070288658142 secondi